La legge 4 del 2013 non si applica ai massaggiatori, agli operatori del benessere, agli operatori ayurvedici, alle discipline bio naturali che eseguono trattamenti o massaggi sul corpo umana

Comunicato Ufficiale di Confestetica n. 4503 del 27 gennaio 2018 alle ore 23:00

Nel 2013 è stata promulgata la legge n. 4 che regolamenta tutte le professioni intellettuali non organizzate. 

Con questa legge si possono aprire studi professionali di ogni tipo CON ESCLUSIONE DELLE ATTIVITÀ riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi, delle professioni sanitarie e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio DISCIPLINATI DA SPECIFICHE NORMATIVE.

Avvalendosi, in modo del tutto abusivo, di questa legge, i massaggiatori, gli operatori olistici, gli operatori ayurvedici e tante altre figure inventate, si sono aperti ed aprono studi “professionali” senza bisogno di conseguire, prima, il titolo di estetista. Nascono come funghi in tutta Italia.

Queste figure abusive, si fanno chiamare OPERATORI DEL BENESSERE, ovvero si occupano del massaggio del benessere e dicono che il loro massaggio è diverso da quello dell’estetista, in quanto il loro non è estetico ma del benessere.

E’ ridicolo distinguere i massaggi del benessere dai massaggi estetici. RIDICOLO.

Detto questo, che è una fotografia istantanea di ciò che sta accadendo nel mondo del benessere è doveroso chiarire alle autorità competenti e alle pubbliche amministrazioni, nessuna esclusa quanto segue:

  1. Il massaggiatore, l’operatore olistico, l’operatore ayurvedico, l’operatore del benessere che effettua trattamenti sul corpo umano NON ESISTE ed è solo una sovrapposizione alla figura professionale già regolamentata che è l’estetista.
  1. Si può chiamare operatore del benessere ESCLUSIVAMENTE chi ha il titolo di estetista e nessun altro.
  1. Il massaggio non è mai libero, perché o è del benessere ed estetico ovvero dell’estetista per legge o è terapeutico e riabilitativo dell’ex massofisioterapista, oggi chiamato fisioterapista per legge. Nessun altro può fare massaggi in autonomia.
  1. Spetta in via esclusiva solo allo Stato italiano l’individuazione delle nuove figure professionali e MAI alle regioni.
  1. La legge 4 del 2013 non è la legge dei massaggiatori, degli operatori del benessere, degli operatori ayurvedici, delle discipline bio naturali che eseguono trattamenti o massaggi sul corpo umano in quanto queste figure sono già comprese nella figura dell’estetista per legge.
  1. La legge 4 del 2013 non può regolamentare mestieri artigianali, quindi non regolamenta i massaggiatori, non regolamenta gli operatori del benessere, non regolamenta gli operatori ayurvedici. Non regolamenta le discipline bio naturali che eseguono trattamenti e/o massaggi sul corpo umano.
    Questa legge regolamenta solo le professioni intellettuali non riconosciute.

Work in progress


Comunicato Ufficiale Scritto da Confestetica in data 27 gennaio 2018 alle ore 23:00

Per seguire gratuitamente tutti i comunicati di Confestetica, iscriviti qui.

Lascia un Commento