confestetica

Benvenuti nel portale dell'estetista a cura dell' Associazione Nazionale Estetisti
In questo momento ci sono 62 utenti collegati.

  • twitter
  • facebook
  • youtube

Incontro fondamentale per il futuro dell’estetetista tra il presidente di Confestetica e il viceministro alla Salute Francesca Martini

Martini FrancescaIl Sottosegretario alla Salute On. Martini e la Presidente di Confestetica Dott.ssa Angelica Pippo, si sono incontrate oggi 15 luglio 2010 a Roma presso il Ministero della Salute.

Il motivo dell’incontro è stato dettato dalla necessità di creare un tavolo di lavoro al fine di mettere ordine alla categoria estetica.

Dalla riunione sono emersi dei punti imprescindibili che vedono Confestetica e l’On. Martini in perfetto accordo. Due di essi meritano una particolare attenzione: la lotta all’abusivismo e l’innalzamento degli standard formativi delle estetiste.

L’On. Martini appoggia pienamente il progetto di Confestetica e propone di mettere dei “paletti formativi” attraverso una formazione più rigida per gli estetisti, attraverso il conseguimento del diploma il maturità come condizione essenziale per accedere alla scuola di estetica (oggi basta la licenza media) ed i corsi di aggiornamento continuo per gli estetisti.

Rispetto al concetto dell’abusivismo, piaga dilagante nel settore estetico,  si regolamenterà il settore in maniera determinante attraverso le pesanti sanzioni inflitte sia agli operatori che agli utilizzatori dei servizi abusivi.

Gli Enti locali e le ASL dovranno avere un importante ruolo nei controlli, nella formazione degli operatori e nell’informazione sia dei clienti che degli operatori.

Confestetica aggiornerà costantemente sul progresso dei lavori.

Scritto da Confestetica il 15 luglio 2010 alle 19:55

Vuoi rimanere aggiornato con le novità di Punto Estetico? Sottoscrivi il nostro feed RSS!

4 Commenti a “Incontro fondamentale per il futuro dell’estetetista tra il presidente di Confestetica e il viceministro alla Salute Francesca Martini”

  1. catia Dice:

    Sono veramente Felice anche perchè l’onorevole martini è una persona seria, non il solito politicante. Voglio pensare che riusciremo nella nostra battaglia , brava presidente!!!!!!!!

  2. sabrina Dice:

    Diciamo basta all’abusivismo,tra l’altro difendendo noi estetiste professioniste che,passatemi il termine,ci facciamo il mazzo dalla mattina alla sera e dobbiamo combattere anche contro la gente che,quando segnaliamo gli abusivi,veniamo additate come le delinquenti che non possiamo vedere quelle “poverine” che si arrangiano x andare avanti….e noi,allora,cosa stiamo facendo?????????Noi,che sacrifichiamo la nostra famiglia,i nostri figli x fare ciò che amiamo di più al mondo e ci sforziamo di pensare in positivo in un periodo nel quale tutto si può fare tranne che essere positivi!!!!!Grazie

  3. mauro Dice:

    Gentili lettori tutti,
    sono il titolare di un brand che opera nel settore della ricostruzione unghie e mi sono associato a Confestetica per chè mi sembra che desideri veramente rappresentare delle professioniste che lavorano con etica morale e non solo….come vaceva notare simpaticamente la Sig.ina Sabrina.
    Volevo introdurmi con delicatezza in questa discussione facendo i complimenti alla Presidente Dott.ssa Pippo per aver centrato in maniera eccezionalmente sintetica la piaga che affligge il settore dell’estetica : l’abusivismo e la preparazione professionale.
    Noi cerchiamo di fare la nostra parte in un settore dove di abusivismo ne esiste davvero tanto, dichiarando sul sito che non facciamo formazione a persone sprovviste di partita iva.
    Comunque complimenti ancora per la grande capacità di capire che sciolti questi due nodi il settore si presenta sanissimo, anche di possibilità di crescita.

  4. Manuel Dice:

    Ma posso sapere cosa serve avere il diploma di scuola media superiore per fare l’estetista?
    se io ho il diploma in elettrotecnica e decido di fare l’estetista dopo 5 anni, seguo i corsi che durano anni, faccio pratica, mi faccio seguire da un consulente per le normative per aprire un centro, cosa cambia avere il diploma sopra indicato?
    Io credo nulla!

Scrivi un commento