confestetica

Benvenuti nel portale dell'estetista a cura dell' Associazione Nazionale Estetisti
In questo momento ci sono 96 utenti collegati.

  • twitter
  • facebook
  • youtube

Sticky: Rimini, 27 28 e 29 marzo 2010. Primo Congresso Nazionale degli Estetisiti “Il nuovo ruolo sociale e professionale dell’estetista”

congresso confestetica - webRimini, 27  28  29 Marzo 2010
1° Congresso Nazionale degli Estetisti

“Il nuovo ruolo sociale e professionale dell’estetista”.

PRESENTAZIONE:

Grazie a Confestetica la prima associazione nazionale unicamente rappresentativa degli estetisti, si terrà a Rimini il 27, 28, 29 marzo 2010 il I° Congresso Nazionale degli Estetisti.

Il tema del congresso è “Il nuovo ruolo sociale e professionale dell’estetista”. La discussione principale sarà incentrata sulle modifiche che si devono apportare alla legge 1/90.

L’estetista per troppi anni è stata lasciata in balia di se stessa, non è stata accompagnata nè guidata nella crescita che, invece, ha investito il settore in maniera inesorabile.

La legge 1/90 è una legge che va completamente rivisitata! In uno Stato di Diritto non può accadere che una legge del  1990 non stia al passo con l’evoluzione e le esigenze del tempo.

Prima di ogni cosa, si rende necessaria l’istituzione di un Collegio Nazionale degli Estetisti con il suo relativo Albo Professionale diretto a garantire sia gli operatori del settore, sia i clienti degli stessi.

Attualmente, in questo settore, c’è una grande confusione e difficoltà ad attribuire competenze e  ruoli, ed è impossibile, proprio per la mancanza di una legislazione ad hoc, gestire e controllare gli operatori e loro operato. Infatti, sono troppe le figure non autorizzate e non competenti che si improvvisano operatori estetici e osano effettuare “trattamenti sulla superficie del corpo umano”; purtroppo, sempre più spesso, anche in maniera abusiva!

Altro tema caldo del Congresso sarà: “estetista artigiana o estetista professionista?”. Si discuterà sulla necessità di cambiare lo status dell’estetista, se cioè debba continuare ad essere collocata tra le categorie degli artigiani insieme ai falegnami, fabbri, idraulici, oppure possa ambire ad occupare una posizione un po’ più vicina a professionisti come medici, infermieri, fisioterapisti…

Se fino ad oggi, per l’estetista si sono svolte solo e soltanto fiere di settore finalizzate alla vendita di prodotti, questo evento voluto da Confestetica è tutt’altra cosa! E’ un Congresso, e come tale avrà un’ impronta scientifica, alla stessa stregua dei congressi organizzati per i medici, per i dentisti e per tutti gli altri professionisti. Questa è la vera novità: un congresso per professionisti e non una fiera per artigiani.

Gli argomenti scientifici del Congresso saranno:

  • I PRINCIPI DELLA CORRETTA ALIMENTAZIONE a cura del Professor Migliaccio
  • INFLUENZE ORMONALI SUGLI INESTETISMI a cura del Dr Stamegna e della Dr.ssa Migliaccio
  • EVOLUZIONE DELLA COSMETOLOGIA a cura della Dott Borellini
  • EDUCAZIONE SANITARIA,PREVENZIONE PRIMARIA E SECONDARIA DEI TUMORI DELLA PELLE a cura del Dr.Stamegna e Dr.Bono – IDI di Roma

Altri argomenti del terzo giorno saranno:

  • LA GESTIONE DEL CENTRO ESTETICO a cura del Prof.Tramontano (Univ. “La Sapienza” di Roma)
  • APPARECCHIATURE E LEGISLAZIONE a cura del Dr Fabio Pezzotta ASL di Bergamo

Saranno presenti personalità politiche che rappresenteranno il Ministero della Sanità e il Ministero della Pubblica Istruzione perché ad essi saranno rivolte interrogazioni sulla formazione (sia scolastica che nell’educazione continua) dell’estetista che oggi risulta inadeguata e insufficiente. Il fondamentale ruolo sociale e professionale che l’estetista di oggi ricopre deve essere riconosciuto e salvaguardato, in primis dalle istituzioni.

La grande novità del Congresso è la presentazione del Board scientifico dell’Associazione Confestetica , composto da autorevolissimi medici di prim’ordine, specialisti di nutrizione, dermatologia, cosmetologia, endocrinologia, e di management aziendale. Questi, durante le giornate del congresso, daranno tutto il loro sapere. Fondamentale compito,questo, per iniziare una nuova era, l’era della collaborazione tra MEDICO ed ESTETISTA. Insieme per una grande professionalizzazione della categoria. Confestetica sarà il garante dei rapporti professionali che si stringeranno tra queste due figure.

Ultima, ma non meno importante sarà l’introduzione ,anche in campo estetico come in quello medico,del programma di Educazione Continua in Estetica (E.C.E.), una piattaforma di corsi di formazione, voluto da Confestetica insieme all’università La Sapienza di Roma. La piattaforma comprende circa 82 corsi di alta formazione per l’estetista, completi in ogni sua parte, al fine di aggiornare e professionalizzare sempre più l’estetista durante tutta la sua carriera. Questo sarà il punto di riferimento nazionale per la formazione dell’estetista.

Ci saranno in sede di congresso le nomine dei responsabili regionali e provinciali di Confestetica , che si sono precedentemente candidati a detta nomina.

Scritto da Confestetica il 4 settembre 2009 alle 22:09

Vuoi rimanere aggiornato con le novità di Punto Estetico? Sottoscrivi il nostro feed RSS!

10 Commenti a “Sticky: Rimini, 27 28 e 29 marzo 2010. Primo Congresso Nazionale degli Estetisiti “Il nuovo ruolo sociale e professionale dell’estetista””

  1. barbu anca Dice:

    molto interessante…la collaborazione tra medico ed estetista…..

  2. SARA Dice:

    SICURAMENTE IL SETTORE NECESSITA DI UN CAMBIAMENTO RADICALE A PARTIRE DAL LIVELLO DI FORMAZIONE CHE DOVREBBE ESSERE PORTATO AD UNA LAUREA TRIENNALE E NON AD UN SEMPLICE CORSO POST DIPLOMA O PEGGIO ANCORA POST SCUOLE MEDIE INFERIORI ORGANIZZATO DA CHIUNQUE SI IMPROVVISA SCUOLA DI ESTETICA.
    E’ UN LAVORO TROPPO IMPORTANTE IN CUI IL LIVELLO DI CONOSCENZA DI DETERMINATE MATERIE E’ SPESSO A LIVELLI BASSISSIMI.
    DA SEMPRE VISTO X MOLTE COME LAVORO DI RIPIEGO PER LA NON VOGLIA DI STUDIARE, SI SPERA CHE A BREVE CI SIA UN CAMBIAMENTO RADICALE PORTANDO LA CATEGORIA AD UN LIVELLO ALTO IN FAVORE A CHI QUESTO LAVORO LO FA SERIAMENTE CON TESTA E TANTO STUDIO E PASSIONE.
    CERTO E’ CHE L’ESTETISTA OGGI E’ IMPRENDITRICE E DEVE ESSERE IN GRADO DI GESTIRE UN’ATTIVITA’CHE DI ARTIGIANALE HA BEN POCO.

  3. ILARIA Dice:

    SICURAMENTE … CREDO PERO’ DI PIU ALLA PRATICA E NON ALLA TEORIA ….
    IL MIO PARERE E’ CHE CI SI DILUNGA MOLTO ALLA TEORIA PER POI NON AVERE LA PRATICA … VISTO CHE IL SETTORE E’ PRIVATIZZATO … !!!

  4. ILARIA Dice:

    PERCHE’ ALLA FINE COLLABORIAMO CON MEDICI … MA NON SIAMO MEDICI ….
    NON SO …
    NON CREDO SIA GIUSTO

  5. ILARIA Dice:

    PER TORNARE ALLA PREPARAZIONE … IO HO FREQUENTATO UN CORSO POST DIPLOMA
    E LA PREPARAZIONE PER LE MATERIE DI COMPETENZA … DICO … BUONA …
    SARA CHE IN ITALIA LE RICHIESTE DEI DIPLOMI SIA TROPPO ELEVATA ….PER NON AVERE UN LAVORO POI CERTO?…..

  6. Confestetica Dice:

    Gent.ma Ilaria,
    i tuoi punti di vista, soprattutto sulla formazione, sono molto interesanti, anche se forse dettati più dallo sconforto di noi giovani nel trovare lavoro, che dall’obiettività.
    Proporre la formazione agli estetisti DOPO la maturità, non è un modo per “scaldare i banchi”, come si suol dire, altri due anni, ma la sicura via per eliminare dal mercato ragazze non consapevoli fino alla fine delle loro capacità e delle loro scelte lavorative, effettuate a 13-14 anni e non dopo i 18 anni.
    Se ci riflettiamo sopra, sono proprio le persone che si “buttano” nella professione senza sapere esattamente di cosa si tratti e senza averne le capacità, che rovinano la categoria e l’immagine che tutti ne hanno e che creano, di conseguenza, l’abusivismo.
    Per quanto riguarda la collaborazione medico-estetista, è auspicabile anche se l’estetista sarà sempre estetista e il medico sempre medico. Un estetista tratta persone tutti i giorni, le spoglia per effettuare trattamenti, massaggi, depilazione, quindi può efficacemente aiutare il medico nella prevenzione dermatologica e sanitaria più in generale. Presto usciremo con articoli che vi potranno ilustrare più nel dettaglio, le vittorie che alcune colleghe hanno conseguito, nell’effettuare un’attenta analisi del cliente e nell’indirizzarlo, poi, da specialisti che hanno risolto problematiche che vanno al di là dell’estetica (tumori della pelle, dell’ipofisi, che causano crescita di peli superflui su tutto il corpo, verruche, nei a rischio).
    Con queste righe spero che tu possa valutare ancora meglio la tua professione e sentirti ancora di più una seria professionista.
    Chiara Medini della Redazione di ConfEstetica.

  7. raffaella Dice:

    ciao …sono 13 anni con l’attività al pubblico..
    la maggior parte della mia clientela è medica..
    non vi sembra una vittoria alla nostra professione?…

  8. Rosa Emilia Zapata Dice:

    SALVE.. MI CHIAMO ROSA , ABITO IN VENEZUELA PRIMA DE TUTTO APPROFITTO PER AUGURARE A VOI UN 2010 PIENO DE SERENITA E SUCCESSO .
    LAVORO COME ESTETISTA SONO DIPLOMATA E HO UN PERCORSO DE MOLTI ANNI NELL CAMPO ESTETICO PROFESSIONALE, LAVORO CON PRODUTTI ANCHE ITALIANI CHE SONO
    ESTUPENDI E COME ASISTO A GLI EVENTI DI NOUVELLES ESTHETIQUES, HO VISTO SUL WEB IL VOSTRO CONGRESSO NAZIONALE DEGLI ESTETISTI IN ITALIA ,CHE E IN CONTINUO SVILUPPO.
    MI FAREBBE PIACERE RICEVERE L’INVITO PER POTER PARTECIPARE AL VOSTRO CONGRESSO .
    GRAZIE ..
    IL MIO INDIRIZZO E RECIDENCIAS LA FLORESTA TORRE F PISO 7 PH4 PEDREGOSA SUR
    MERIDA /MERIDA ,VENEZUELA CAP ZIP 5101
    Rosa Zapata.

  9. rosetta Dice:

    Sono veramente felice di questa iniziativa.Mi sono sempre lottata per avere ciò che ognuno si merita.E’ meravigliosa la vostra iniziativa,spero solo che non finisce come tutte le altre cose.In Italia purtroppo è risaputo che tanti occupano posti che non gli competono.Comunque vi faccio un in bocca al lupo e cerherò in tutti i modi di aiutarvi e collaborarvi.
    AUGURI

  10. Emanuela Dice:

    Ciao, volevo complimentarvi con voi…finalmente qualcuno che ci tuteli, qualcuno che cerchi di sviluppare questa magnifica attività che purtroppo viene sottovalutata dalla maggior parte delle persone.Ormai nella Ns società l’operatrice estetica ha un ruolo fondamentale nella vita delle donne ed è giusto riconoscerla….BRAVI…..

Scrivi un commento