confestetica

Benvenuti nel portale dell'estetista a cura dell' Associazione Nazionale Estetisti
In questo momento ci sono 99 utenti collegati.

  • twitter
  • facebook
  • youtube

Le inchieste di Angelino Merlin – prostituzione nei “Centri Estetici”

E’ agosto. Mi trovo a passeggiare sotto una calura africana. Poca gente sulle strade, ancora al mare o forse semplicemente barricata in casa a cercar sollievo.

Passo rapido davanti ad un centro estetico della provincia di Verona, e noto un cartellino giallo che fa capolino,  con scritto: “chiuso per ferie dal 20 al 28”. Penso che una settimana di ferie sia davvero poca, ma poi penso che diviene quasi inevitabile.

Si, i tempi che corrono non sono certo i migliori. Come fai a chiudere quindici giorni con le tasse da pagare, gli stipendi per il mese prossimo, insomma troppe cose da pensare in uno stato che ormai è alla frutta e che non sa più in quale tasca pescare.

Provo a fare spallucce e continuare la mia passeggiata. Ma fa davvero caldo. Anche i bar sono chiusi, aprono alle sedici.

L’occhio mi viene rapito da un’insegna pacchiana. Mi ricorda un albero di Natale fuori stagione. Una vetrina attorniata dal luci a leds che fanno da cornice ad un altro centro, ma stavolta cinese. La vetrina riporta un’immagine del viso di una donna ed una scritta che dice “CENTRO MASSAGGI CINESE“. Fuori, vicino all’ingresso vi sono degli altrettanto pacchiani volantini che elencano senza mezzi termini i servizi che il centro offre. “Massaggio a 4 mani, Massaggio dell’amore, massaggio in vasca a due e quattro mani etc

Sono incuriosito, mi chiedo quante mani possa avere una cinese e, vittima della mia ignoranza entro per verificare quale aberrazione genetica possa aver fatto crescere ulteriori arti a queste povere orientali.

Entro.

All’ingresso non mi accoglie nessuno per circa tre minuti ma ecco poi arrivare una signorina in camice bianco. A dire il vero noto solo il camice ed un paio di tacchi a spillo vertiginosi. Rimango impacciato pensando quanto male dovrà sentire ai suoi poveri piedi alla fine di una giornata lavorativa. Anche perché, vedo che l’orario di apertura ha una forbice che va dalle nove del mattino alle ventitré. Stacanoviste…

Vabbè,  prendo coraggio, mica mi mangerà. Chiedo informazioni ma lei non parla italiano. Mi dice qualche parola che alla fine non ha molto senso e che mi riporta alla parola sesso; sta ovviamente sbagliando il termine, nei centri estetici non si fanno queste cose.

Vedendo la mia incapacità a comprendere chiama una sua collega, altro giro, altra cinese. Lei parla meglio e mi spiega che i massaggi possono essere fatti in totale libertà. Posso essere nudo, ma non si garantisce nulla di più.

Non capisco più niente ma da qui non voglio uscire, hanno l’aria condizionata! Chiedo maggiori informazioni e loro con gentilezza mi raccontano un po’ tutto quello che le mie orecchie non vorrebbero sentire.

Massaggi corpo a corpo per l’uomo più esigente, oppure un semplice lavoro artigianale usando le mani. Perdonate la schiettezza ma non trovo altri modi per spiegarlo. Alla fine ringrazio, esco o forse scappo.

Invaso da pensieri contradditori torno a casa, mi siedo davanti al PC, apro google, beato chi lo ha inventato, e cerco: Legge 20 febbraio 1958, n 75 – Chiusura delle case di prostituzione (legge Angelina Merlin).

In particolare mi colpisce l’articolo 2 che cosi cita: “Le case, i quartieri e qualsiasi altro luogo chiuso, dove si esercita la prostituzione, dichiarati locali di meretricio ai sensi dell’art. 190 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, approvato con regio decreto 18 giugno 1931, numero 773, e delle successive modificazioni, dovranno essere chiusi entro sei mesi dall’entrata in vigore della presente legge”. Usando le dita delle mani provo a fare due conti a spanne.

Alla fine ne sono certo. I sei mesi citati nell’articolo 2 , sono passati da un po’. Ed allora com’è possibile che queste finte estetiste lavorino con regolare licenza rilasciata dal COMUNE, indisturbate, sulle spalle di chi esercita onestamente?

Cosi non va. Leggi, leggine, associazioni consenzienti, comuni che chiudono un occhio, estetiste abusate, tartassate, declassate. Il malcostume regna sovrano come vuole la vecchia tradizione italiana.

Allora mi presento. Da oggi sarò il Vostro Angelino Merlin,nome inventato per motivi di sicurezza,  una sorta di supereroe senza poteri con mille acciacchi, ma chiacchierone, che girerà per voi mezzo paese alla ricerca di questi fantomatici centri estetici e li denuncerà, vi entrerà, registrerà e …scriverà. Non solo, cercherà di scovare per voi i siti internet più gettonato per questo genere di cose.

Richieste dirette a sindaci, forze dell’ordine, asl. Lo so, penserete che non riusciremo a beccarli tutti vero? Forse no, ma come si dice dalle mie parti: “ tempo e paglia, maturano anche le nespole”.

Lo staff ringrazia
Angelino Merlin

Scritto da Confestetica il 2 settembre 2011 alle 00:16

Vuoi rimanere aggiornato con le novità di Punto Estetico? Sottoscrivi il nostro feed RSS!

20 Commenti a “Le inchieste di Angelino Merlin – prostituzione nei “Centri Estetici””

  1. Luca Dice:

    Caro Angelino Merlin da Parma avrai tutto il mio appoggio, e se può interessare nella mia zona da poco ne hanno aperto un’ altro di questi fantomatici centri estetici, e scusate la franchezza, ma visto che ho investito parecchi centinaia di miglia di euro per aprire il mio centro mi girano parecchio sapendo che le autorita non fanno nulla per beccare queste persone…..
    Saluti
    Gian Luca

  2. patrizio Dice:

    Salve a tutti e un ringraziamento al Nostro super eroe Angelino Merlin per aver messo il dito nella piaga in un problema che stà gettando fango sulla Nostra professione…Centri come quello descritto stanno nascendo come funghi e non solo gestiti da Cinesi….basta digitare in un qualunque motore di ricerca BODY MASSAGE o MASSAGGIO PROSTATICO solo per elencarne alcuni che si apre un mondo che con il nostro lavoro hanno poco a che fare….siti internet che esaltano la sicura professionalità di queste “operatrici” descrivendo alcuni trattamenti degne di un film (e non per bimbi)…….
    Mi sorge un dubbio…ma i Comuni che rilasciano le autorizzazioni gli organi deputati ai controlli igenico sanitari dei locali,del controllo del lavoro “in nero” sono a conoscenza di queste realtà???
    Sicuramente gli esercizi con partita iva pagheranno le tasse (???) ma tutte le altre massaggiatrici che offrono tutti questi momenti d’intensa intimità???
    In questo momento d’incertezza i Nostri Governanti varano manovre per cercare di non far affondare l’Italia…si parla di aumentare le tasse,l’iva,caccia agli evasori totali…ehm evasori totali???Non potrebbero controllare alcuni siti internet????sicuramente non risanerebbero il debito pubblica ma…..è sempre un inizio e sopratutto FAREBBERO RISPETTARE UNA LEGGE DELLO STATO…

  3. MariaRosa Dice:

    Se ha bisogno degli indirizzi per la città di Piacenza glieli invio con piacere, non farò nessuna fatica a mandarglieli, perchè sono pubblicizzati su un giornale che viene distribuito settimanalmente, gratuitamente, appunto, assieme agli annunci vari, come ricerca di personale, vendite immobiliari, e…. in fondo nelle ultime pagine offerte di carne umana con fantasiosi aggettivi e misure di seno e il relativo n. di telefono, posso dire che sicuramente è molto peggio dei centri cinesi. Consideri che questo riporta anche la vendita di libri usati,automobili, animali,oggetti, dischi,immobiliari, che dichiarano di non far spendere una fortuna se si va da loro a farsi massaggiare,ecc, ecc, è letto anche da un pubblico giovanissimo. La proprietà è dello stesso editore della Cronaca, quotidiano locale, che per essere distribuito viene regalato assieme alla Stampa.Nel caso volesse visionarlo mi invii l’indirizzo e glielo spedirò volentieri, chissà che da quì possa nascere un pò di moralizzazione……ma! MariaRosa Botti ringrazia e vi augura buona fortuna

  4. patrizio Dice:

    Perchè non proporre di multare i giornali o i siti che fanno questi annunci???Possibile che in questo paese regni sempre una nebulosa nuvola di malcostume “silentamente autorizzato”da chi dovrebbe ma NON controlla???
    Possibile che non si possa colpire pesantemente il portafoglio di chi presta la propria qualifica professionale pur sapendo il tipo di attività che verrà svolta???
    Cerchiamo di “curare” la miopia di chi dovrebbe intervenire chiamando e denunciando questi illeciti…non 1 ma 100 volte…forse presi da sfinimento faranno i dovuti controlli

  5. luana Dice:

    Anch’io ho dei grossi problemi a Parma, purtroppo mi hanno spiegato che questi centri massaggi hanno delle riechieste diverse dei centri estetici e hanno bisogno di una partita IVA e basta( a noi estetiste vieni richiesto le cose più assurde). Inoltre ci sono anche le “associazioni culturali”, che hanno tutte le agevolazioni fiscali, che offrono corsi massaggi, massaggi inclusi tantra e body massage soft, tratamenti benessere vari il tutto pagato come “donazioni”. Sono andata a provare tt queste realità qui a Parma con delle amiche per capire con cosa ho come concorrenza: nel centro cinese hanno un escercito di ragazza che non sano una parola d’italiano(mi chiedo cm vengono pagate) inoltre hanno una pubblicità sul giornale locale che esce ogni giorno e che non custerà meno di 300 euro al giorno, il locale è molto grande in una via de grande passaggio perciò non credo custe poco, con i servizi che costano dai 25 ai 60 euro mi chido cm facciano a quadrare i conti. Il secondo offre prestazioni che vanno dai 60 euro in su, corsi a 1200 senza nessuna valenza legale il tutto come “donazione”. Forsi sono stata stupida a studiare e fare continui aggiornamenti qd il sistema offre strade più brevi!

  6. Annalisa Dice:

    Devo dire che fino a che non ho avuto un sito internet non avevo mai avuto problemi di “equivoci” (chiamiamoli così), ma da quel giorno in poi anche la sottoscritta ha ricevuto svariate telefonate di uomini che implicitamente (ma anche esplicitamente…) chiedevano se facevamo massaggi particolari, eppure il mio sito non aveva niente di particolare che potesse farlo sembrare “appetibile”, decisi comunque di fare un cambiamento e cioè specificai che il centro è dedicato all’universo femminile, magicamente da allora non ho più ricevuto telefonate “ambigue”. Per il resto, mi dispiace ma penso che il nostro governo abbia grane più importanti (come continuare a spremerci…) che non pensare a TUTTI i problemi di noi povere insignificanti estetiste… P.S. Nella mia zona (Agropoli – Salerno), per fortuna, non mi risulta ci siano centri del genere, speriamo di resistere! Ma ci credo poco…

  7. Caterina Dice:

    Una sola parola…GRAZIE!
    Siete un grande!
    Attendo la lista con ansia allora 🙂
    A presto!

  8. noto alessandra Dice:

    buonasera!!!!!!
    Grazie intanto per il suo impegno, mi permetto di farle solo un’appunto; sul discorso massaggio a 4 mani, non è non è un massaggio pornografico; e non ci sono cinesi con 2 gambe e 4 mani; ah ah ah ah ah; anzi!!!! è molto rilassante ed energizzante, ci sono ovviamente 2 operatrici e dura all’incirca da 30 a 40 minuti; per il resto rimango senza parole!!!!!!!!
    Se pensiamo a quante cose dobbiamo fare, studiare, oprepararci, e poi……. fisco, tasse, dipendenti, gestione del negozio, ecc ecc; penso che non riusciremmo neanche a prostituirci all’interno dei nostri negozi; perchè magicamente si presenterebbero per l’arresto, asl, nas, forze dell’ordine comune, polizia minucipale, giornali, e oltre……………………………………………………………………………………………………………………….ah ah aha ha aha aha
    siamo proprio in italia
    Noto Alessandra

  9. Gio Dice:

    gliene segnalo uno. A Marassi, il Centro Benessere, in via Monte****. 50 euro il massaggio più 30 con extra. La prostituta non è nemmeno troppo carina!

  10. Gio Dice:

    ah la città è Genova!

  11. paolo Dice:

    caro supereroe ho un centro a brescia io per pagare dipendenti e tasse ho lavorato tutta l’estate ,qui in centro ci sono ben 20 centri di cinesi e tailandesi che sono dottoresse della prostata spero che si possa fare qualcosa per noi per tutti

  12. MariaRosa Dice:

    Caro Paolo, scusami ma il tuo messaggio mi ha fatto sorridere immaginando questi poveri uomini bresciani ammalati di prostata che vanno in massa dal guaritore cinese, sarà colpa delle loro mogli che spero invece vengano in massa da te a farsi massaggiare quando il marito è in cura -dalla cinese- Spesso mi pongo una domanda,perchè questi centri lavorano, vorrà forse dire che ci sono molti uomini viziosi e sporcaccioni? Vale la legge della domanda e dell’offerta. Se non ci fossero clienti e quindi richieste non ci sarebbero tutti questi centri, speriamo che almeno paghino le tasse così il nostro stato potrà tirarsi su. Sinceramente io non mi preoccuperei dei centri cinesi, ma della qualifica sia dei dipendenti, che dei titolari dei Centri Italiani che sono troppo spesso senza l’adeguata preparazione scolastica e ancora peggio quella lavorativa. Sono certa che tu sei super preparato, se può essere utile un mio consiglio, esponi anche tu come fanno loro un bel poster con un mister muscolo mentre massaggia una Signora che ha l’aria sognante!Vedrai che fila!Ciao spero di non averti fatto arrabbiare.Con simpatia MariaRosa

  13. MariaRosa Dice:

    Sinceramente non mi fanno paura i centri cinesi per quanto riguarda il mio lavoro, penso che c’è qualche prostituta in meno per la strada, mentre sono sempre più perplessa sulla preparazione delle future estetste e dei vari nomi che le hanno appioppato come operatrici della bellezza o del benessere che vuol dire tutto e niente, a me fa venire in mente l’operaratore ecologico, che una volta si chiamava -spazzino-: e tutti quei corsi di massaggiatore/ce corsi per la ricostruzione delle unghie, che prolificano ovunque senza che nessuno vi metta un freno, dando l’illusione che queste persone potranno professare un lavoro, ma saranno invece un esercito di abusivi; questi sì sono un pericolo per noi perchè abusano anche di una qualifica che non hanno.Altro che SISTRI!AIUTO!!!!

  14. graziella Dice:

    Anche se tutte denunciassimo in massa tutti questi pseudo centri massaggi , non succederebbe NIENTE! perchè sono tutti aperti con regolare permesso, i comuni e le usl che rilasciano le licenze, si interessano soltanto se hanno una qualifica, se le norme igieniche vengono rispettate e se le estetiste cinesi fanno prestazioni sessuali non interessa a nessuno, anzi molto probabilmente all’atto dell’inaugurazione vengono distribuiti abbonamenti omaggio, non si spiegherebbe altrimenti, perchè questi centri/casini invece che essere soggetti a controlli giornalieri, vengono ignorati dalle autorità e continuano ad aprire altre filiali !! Solo a Padova nel giro di pochi mesi hanno aperto 5 centri massaggi ad orario continuato sino alle 22, domenica compresa!! Almeno avessero il buon senso di non fargli usare il termine CENTRO MASSAGGI, che nonostante gli anni e le battaglie fatte per far riconoscere la professionalità alle estetiste qualificate, il termine massaggi è ancora identificato come preliminare per una prestazione sessuale, basta andare in internet e si aprono pagine di falsi operatori dell’estetica!!!! e se li troviamo noi che siamo ignoranti in materia MI SPIEGATE PERCHE’ LE FORZE DELL’ORDINE E LA FINANZA non riescono a bloccare questo scempio e multare, a far chiudere queste attività che proliferano alla faccia delle estetiste ONESTE!! Per non parlare di tutto il sottobosco di ABUSIVISMO che danneggia la nostra categoria e che nessuno : NESSUNO si prende l’onere serio di far smettere!!
    Mi rivolgo poi a tutte le professioniste serie, che hanno studiato e lavorato, che hanno speso suon di quattrini per aggiornamenti e corsi professionali, per avere qualifiche specifiche nei vari settori dell’estetica , che hanno raggiunto per anzianità o competenza una qualifica di estetica, perchè si SVENDONO le prestazioni per riempire i vuoti , con i vari GROUPON, GROUPALIA, JAMPIN, ECC. Vi rendete conto che stiamo rovinando il nostro mercato! come si può competere con un’estetista che fa depilazioni per un anno a 39/59 euro!!! ( guadagnandone il 50% poi!!) come si possono fare 5 massaggi drenanti da 50 minuti l’uno a 39 euro!! cos’è ci stiamo convertendo alla politica dei kamikaze? vogliamo autoestinguerci ! con che coraggio andiamo a vendere una prestazione che ci è costata anni di preparazione e sacrifici ad un prezzo da discount dell’estetica? Vi rendete conto che c’è un popolo che migra perennemente verso le offerte migliori e non verso la professionalità e la competenza? perchè non chiedete al primario di farvi metà prezzo? e all’idraulico? e al carrozziere? non permettete di svendere la Vostra professione! se qualcuna la pensa come me, sono qua..parliamone e proviamo a risolvere !

  15. patrizio Dice:

    Salve Angelino….è notizia di oggi la chiusura di un centro massaggi cinese a Verona per reato di prostituzione……………che sia la volta buona?????????
    Arrestata la titolare…….ma la prestanome???????
    non si potrebbe proporre sanzioni anche per chi permette questo tipo di attività depositando il proprio titolo????Mi pare strano che non sappiano cosa avviene nelle cabine o nelle vasche idromassaggio…….
    Buon lavoro

  16. chicca Dice:

    caro Angelino, la situazione è invivibile, anche qui a verona i centri estetici fasulli pullulano ovunque, l’arte del massaggio è decaduta in promiscue prestazione di basso livello, inoltre proliferano malattie sessuali a facile trasmissione come il papilloma virus, tutto questo a discapito di operatori del benessere che studiano e lavorano perchè credono nella ricerca dignitosa del benessere psico-fisico.
    e come già denunciato da post precedenti esistono chiari annunci di centri benessere, individuabili con un semplice clic, che propongono trattamenti chiaramente a scopo sessuale, con tempi, costi, e foto di belle ragazze.
    Perchè non si interviene, e come fanno queste persone, per lo più sfruttatori di ragazze straniere, ad aprire questi centri ed esulare la legge, come ottengono permessi e perchè non viene eseguito nessun controllo?

  17. elisa Dice:

    dopo un sopralluogo in uno di questi centri, ho chiamato la guardia di finanza. mi è stato spiegato che puo’ fare denuncia solo chi abbia effettivamente goduto (!) della prestazione. allora siamo a posto, no? che senso ha?

  18. daniele milano Dice:

    Io condivido in parte il suo intervento. Premetto che non sono mai andato in un centro cinese e che vado spesso in centri benessere italiani qualificati e seri. Ma penso che il problema di questa nazione sia proprio il numero elevato di bigotti che risiedono in essa. La legge Merlin è uno scandalo. Nessuno può imporre leggi morali ai suoi cittadini, figuriamoci se si può evitare di fargli fare una scopata. Se esistesse in italia una prostituzione legale e regolata (come in olanda, svizzera ed altri paesi del mondo) non succederebbe che cinesi (in questo caso) aprirebbero falsi centri benessere. Se fossimo tutti un po’ meno bigotti e ipocriti in Italia ci sarebbero 1000 case chiuse dove magari chi ne ha fantasia una sera potrebbe andare a sfogarsi senza farsi condizionare da tutti sti Papa Boys. Per il resto condivido che i centri massaggi cinesi non sono il massimo(pur non essendo mai entrato) per il solo fatto che violano una legge (che io non condivido).

  19. Emilia Dice:

    Milano, Viale Abruzzi, vicino al civico 90, ha aperto da pochi mesi
    Come si fa a far chiudere questo fantomatico centro massaggi?
    Ti prego fai qualcosa, grazie

  20. superTano Dice:

    Alla fine ognuno merita il cliente che ha.
    Se si pensa di perdere i clienti che vanno nei centri massaggio/bordelli, allora si è potenziali papponi… non credete ?

    Basterebbe fare una petizione per il divieto di rilasciare licenza a centri estetici con pubblicità ambigua e tendenzialmente riferita a servizi erotici. Levi la licenza e almeno li metti in condizioni di cambiare mestiere o farlo in nero totale. Ma non autorizzare questi posti e l’autorizzare questi posti a continuare è … non andare sui giornali e Google per consocere questi annunci a chi appartengono e non trovare per forza il corpo del reato. Il reato è gia quello, utilizzare una licenza per estetica per proporre altro.

    Un po come per i semi di piante officinali come la marjuana, il negozio per vendere i semi puoi aprirlo, vendere la marjuana no ! Azz… vogliamo fare gli europeisti quando non siamo in grado di stare nel nostro paese!

Scrivi un commento