confestetica

Benvenuti nel portale dell'estetista a cura dell' Associazione Nazionale Estetisti
In questo momento ci sono 80 utenti collegati.

  • twitter
  • facebook
  • youtube

CENTRI ESTETICI: BASTA CON LA CONCORRENZA SLEALE

listino“Concorrenza sleale: i prezzi troppo bassi abbattono il mercato”

Massaggio € 15,00
Ceretta completa € 12,00
Come è possibile?
Non esistendo un albo professionale, ciascun titolare di un centro o un improbabile “massaggiatore da spiaggia”, possono improvvisare e praticare i prezzi che più desiderano, svalutando così la categoria; creando confusione nel cliente e concorrendo slealmente al mercato.

Vogliamo essere soppiantati da concorrenti sleali, che propongono prezzi impossibili?
L’estetista professionista riconosciuto dallo Stato, oltre che far parte dell’Albo professionale, si avvarrà di tariffari imposti dal Collegio degli Estetisti Professionisti, con prezzi minimi e massimi, che tutelano la lealtà della concorrenza commerciale e danno un sano e corretto riferimento al pubblico finale. I prezzi consigliati, infatti, rasserenano la scelta del cliente; sapendo quanto può costare un trattamento in media, il cliente potrà scegliere con più consapevolezza e più liberamente il servizio, conoscendo in anticipo quale sia, più o meno, l’importo di spesa previsto per un determinato trattamento. Un tariffario di prezzi minimi e massimi garantisce trasparenza e chiarezza tra colleghi, ma anche nei confronti di chi frequenta i centri estetici.
Tutti i professionisti riconosciuti dallo Stato, hanno tariffari indicativi dei prezzi minimi e massimi, anche la nostra categoria deve dotarsene e ConfEstetica sta lavorando proprio in questa direzione, in un’ottica di continuo miglioramento delle condizioni di lavoro delle estetiste professioniste.

Scritto da Confestetica il 8 ottobre 2009 alle 18:37

Vuoi rimanere aggiornato con le novità di Punto Estetico? Sottoscrivi il nostro feed RSS!

11 Commenti a “CENTRI ESTETICI: BASTA CON LA CONCORRENZA SLEALE”

  1. eleonora Dice:

    E’ vero ci sono persone ke si improvvisano a fare questo lavoro rovinandolo e rovinando noi ke abbiamo studiato per fare ciò che amiamo, i prezzi oggi sono molto bassi in alcune parti dell’italia, però c’è anke da dire che i centri estetici hanno aumentato i prezzi e anke di molto, e spesso il servizio non vale il prezzo richiesto ovvio questa è una mia opinione

  2. Anima-Sara Bertoia Dice:

    In quali termini è possibile diffidare una dipendente che si è licenziata senza preavviso portandosi via tutti i numeri di telefono delle clienti che seguiva e quelle clienti già programmati appuntamenti e hanno dato forfait senza avvisare?
    La ex dipendente abita nello stesso Comune e lavora abusivamente a casa. SARA

  3. serena Dice:

    ciao a tutte sono titolare di un centro estetico e vi posso assicurare che nel mio paese l’abusivismo si sente moltissimo ragazze che pur di rovinare la piazza sono disposte a tutto,senza contare le norme igeniche sanitarie,per tenermi la mia clientela sono dovuta scendere a compromessi con questo mercato, che pultroppo nn vuole tutelare nessuno,ha tutti farebbe comodo riceve denaro pulito nelle proprie tasce,ma non si deve e non si puo’ vivere così.Ci dovrebbe essere molti più controlli partendo dalle scuole che interessano soltanto i soldi e basta,accettano anche che le alunne nn partecipano alle lezioni l’importante che a fine mese ci sia sul loro conto il saldo..ecco perchè c’è un (formazione)se così può essere indicata di ragazze che nn sanno nemmeno dove mettere le mani..e tante tante cose che purtroppo nessuno vuole guardare…

  4. veronica Dice:

    Io fra un mese circa apriro in centro estetico mio con grandi sacrifici come tutti credo al inizio. Io mi chiedo invece come e possibile che in tutti posti in cui vado dal dottore al tabachino al bar etc ci sono dei biglieteni con delle ragazze che lavorano in casa nesun non puo fare niente per qesta cosa stano rovinando il lavoro degli altri.Ma è possibile che non siamo nemeno un tutele noi che abbiamo studiato, che abbiamo fatto dei sacrifici per costruire un centro, paghiamo le tase e loro si prendono tutto pulito e rovinano anche a le persone oltre tutto.

  5. Vox in Deserto Dice:

    Premetto che sono contro l’abusivismo… ma mi chiedevo..voi che avete un centro estetico adesso, come e dove avete imparato ad essere estetiste? Il centro lo avete aperto subito dopo il diploma? E se avete lavorato presso un istituto, avete sempre trovato personcine a modo che vi hanno registrato un contratto di apprendistato? Eravate pagate abbastanza? Avete fatto turni massacranti di 12 ore al giorno, sette giorni su sette? E via così?… L’unico modo di piantarla con il lavoro nero è quello di garantire all’estetista motivata e capace criteri di retribuzione diversi da questi attuali, che io trovo miserabili, insufficienti e offensivi per chi lavora col corpo e col cervello come noi. Una badante in Italia all’ora guadagna più di un’estetista!!!!!!!!!!!!!!

  6. moira Dice:

    A proposito di concorrenza sleale, si parla sempre di abusive che abbassano i prezzi e nessuno può far niente contro di loro. Ma quando a fare tutto questo è un centro aperto regolarmente, dove non vengono rispettati gli orari e dove viene applicano uno sconto del 50% su tutto il listino sia sui trattamenti che sulle lampade solari è possibile intervenire?
    Mi sono rivolta alla conf……….. e
    mi hanno risposto che per quanto riguarda l’orario, probabilmente non sono iscritti come artigiani ma commercianti e per il listino non ci sono limiti minimi e massimi da rispettare.

  7. mina Dice:

    Vox in Deserto ti rispondo dicendoti che io ho frequentato la scuola ho fatto il tirocinio e ho aperto un centro perchè secondo me e parlo da Estetista non c’è igiene nel lavorare casa per casa e non c’è professionalità….Avevo una dipendente con un part-time che gestiva come voleva e nelle ore di lavoro parlava al cellulare per i fatti suoi, andava a fare la spesa perchè non aveva altro tempo, prendeva i prodotti che le servivano senza pagarli, e se un cliente veniva alle 12.50 lo mandava via perchè lei alle 13.00 doveva andare via…. bene per tutto questo veniva retribuita con normale stipendio sindacale… e posso assicurarti che non bastava il lavoro che svolgeva per pagarglielo… alla fine l’ho licenziata perchè nel mio centro molti clienti non venivano più e andavano a casa sua…. se la legge ci difendeva come dovrebbe fare le cose sarebbero ben diverse. Purtroppo si pensa che chi ha un’attività abbia molte risorse economiche e dai dipendenti allo stato ci trattano tutti come limoni da spremere…

  8. WellnessInvest SPA Dice:

    e si è proprio vero..questi sono i nuovi “titolati del benessere” i nuovi imprenditori che aprono centri benessere senza una strategia d’impresa, e purtroppo la mancanza di un reddito oggi porta a pensare che abbassando i prezzi, vendendo pacchetti attraverso campagne di marketing virale del tipo grupon a cifre talmente basse che nemmeno il costo dell’energia elettrica.
    Ma non c’è da preoccuparsi come diciamo noi, oggi 10 centri aprano e 7 mediamente entro tre anni chiudono,non c’è di che preoccuparsi questa non è concorrenza, ma assenza di cultura imprenditoriale che porta solo al dissesto di un centro.
    Chi è andato a fare un trattamneto in questi centri che regalano.. la seconda volta non torna, si tratta di location precarie, attrezzature di bassissimo livello, operatori di tenera età alle prime battute, ripetiamo non ce di che preoccuparsi, questi imprenditori si fanno male con le sue mani.
    Il centro benessere importante con attrezzature importanti e operatori qualificati non teme questo tipo di concorrenza,si può dormire sogni tranquilli e il nascere di questi imprenditori anzi, incrementa la redditività, ricordate la qualità e l’eccellenza premiano nel lungo periodo.
    una buona serata

  9. Giulia Vitiello Dice:

    BENE – BENE – BENE ! ! ! Un applauso lunghissimo e fragoroso a Voi di ConfEstetica: agognavo ad un TARIFFARIO di PREZZI CONSIGLIATI!
    Ho costruito un Sito nel quale ho scritto a chiare lettere quanto pratico nel mio Centro…, con relativi TEMPI e PREZZI VISIBILISSIMI a CHIUNQUE senza alcun timore (se non quello di “aiutare” le mie slealissime concorrenti della zona che so per certo che praticano tariffe IMPOSSIBILI e che, dopo aver visitato il mio Sito…, le hanno abbassate ancora di più!!!)- Forse con il Vs. intervento daremo una svolta a questo stato di cose e….FINALMENTE..vinceranno la PROFESSIONALITA’ e la COMPETENZA sui prezzi stracciati!!!
    Grazie a Voi Tutti!

  10. silvia Dice:

    ho un centro estetico nel padovano e in un anno hanno chiuso 3 istituti e tutte e 3 lavorano in casa, senza contare quelle che hanno sempre lavorato in casa, sono circondata da concorrenza sleale e ho le mani legate!!! sono nel mio istituto più di 10 ore al giorno e cerco di inventarmi l’impossibile per tirare avanti!!! ma è possibile che lo stato italiano ci faccia sprofondare in questo modo? è ora che quei signori seduti sulle comode poltrone escano di scena e lascino spazio a chi ha delle idee concrete….
    vogliamo lavorare onestamente e avere soddisfazione in ciò che facciamo e non avere sempre l’angoscia dei conti da pagare.
    fate controlli alle signore che lavorano in casa e multate le signore che ci vanno e allora le cose cambiano!!! le parole hanno stancato…i fatti risolvono!!

  11. Giulia Vitiello Dice:

    Sono daccordo con SILVIA!!!!!!(anzi, se puoi – e vuoi – mettiti in contatto con me: vorrei tanto conoscerti!!)
    Brava!

Scrivi un commento