confestetica

Benvenuti nel portale dell'estetista a cura dell' Associazione Nazionale Estetisti
In questo momento ci sono 84 utenti collegati.

  • twitter
  • facebook
  • youtube

PRIMO MARZO TUTTI IN PIAZZA – MANIFESTAZIONE DEGLI ESTETISTI E ONICOTECNICI – STOP AGLI ABUSIVI

manifestazione estetista abusiva
pdf-iconScarica il volantino e fallo girare a tutti i colleghi

Il 1° di marzo dalle ore 14:00 dobbiamo essere tutti in piazza a Montecitorio per la più grande manifestazione degli estetisti e degli onicotecnici contro gli abusivi del nostro settore e a favore della 3116 di Confestetica. La manifestazione ha come scopo infatti l’approvazione della legge che ci darà in mano la nostra professione. Questa è la più grande occasione che ci si presenta. Una volta nella nostra vita cerchiamo di essere uniti e risolutivi, altrimenti il nostro lavoro è destinato ad essere sempre sottovalutato. Confestetica ha fatto il primo passo, presentando una legge che aspettavamo da anni e che ci dà quello che ci spetta. Ora dimostriamo a tutti, ma soprattutto a chi discuterà la nostra legge che la vogliamo fortemente. Tutti insieme per farci sentire e per dimostrare che siamo tanti. Nel giro di 10 giorni sono state presentate altre tre leggi dopo quella di Confestetica, ma solo per creare ostruzionismo. Queste sono dirette in tutte le direzioni tranne a fare qualcosa di concreto per sconfiggere l’abusivismo o per elevare la figura professionale dell’estetista e per riconoscere quella dell’onicotecnica. Come sempre quando qualcuno crea qualcosa di utile, altri dieci sono pronti a distruggere, per far spazio ad interessi personali. Vi raccomando perciò di essere tutti presenti, quanti più possibile, per non farci togliere quelli che sono i nostri diritti conquistati con sudore. Parliamo di cose concrete, da domani potrebbero toglierci tutti i macchinari che abbiamo acquistato e usato in questi anni, per lasciarci solo con una termocoperta un vaporizzatore ed uno scalda cera!! È questo che vogliamo?? Noi vogliamo l’estetista professionale che possa utilizzare tutti i macchinari che gli competono. Passate questo messaggio a tutte le colleghe e venite alla manifestazioni con le vostre clienti, dobbiamo essere tanti tanti tanti, migliaia. Ci saranno la televisione e la stampa.

PASSATE PAROLA – vogliamo almeno 50 colleghe da ognuna delle 110 province, dobbiamo essere più di 5.000 persone, chiamate la redazione stiamo organizzando i pullman da tutta Italia 0541 718873- questa occasione non la possiamo perdere.

Sono graditi fischietti, foulard fucsia e striscioni con scritto Confestetica – stop agli abusivi – più tutela alla salute pubblica- stop ai massaggi in spiaggia – vogliamo la legge 3116 – legge 3116 subito

Scritto da Confestetica il 25 febbraio 2010 alle 10:28

Vuoi rimanere aggiornato con le novità di Punto Estetico? Sottoscrivi il nostro feed RSS!

13 Commenti a “PRIMO MARZO TUTTI IN PIAZZA – MANIFESTAZIONE DEGLI ESTETISTI E ONICOTECNICI – STOP AGLI ABUSIVI”

  1. beppe Dice:

    e tutti quelli che vendono gli integratori porta-porta oppure in degli uffici da loro creati, dove vendono senza controlli e senza essere capaci , qualsiasi forma di integratore o sostanza strana.? pensate anche a questo, anche se forse è un’altra battaglia.(persa)

  2. Salvo Dice:

    Parliamo invece delle Grandi aziende che vendono per mezzo di agenti o distributori “porta a porta”.
    Parliamo dei corsi di formazione in ricostruzione unghie, mica sono rivolti solo ad estetiste con centro estetico.
    Parliamo poi del fatto che tutti noi abbiamo iniziato a lavorare in casa…penso che sia solo IPOCRISIA questa manifestazione.

    Scusate la franchezza

    Salvo

  3. Confestetica Dice:

    Gent.mo Salvo,
    al posto di “parlare”, “parlare”, “parlare”, come dici tu, perchè non cominci ad agire?
    Le istituzioni non conoscono i problemi della nostra categoria, e dopo aver presentato la proposta di legge 3116 (Confestetica – Mazzocchi), che ti consiglio vivamente di legge, forse è bene questa manifestazione serve proprio a sensibilizzare TV – Stampa e Istituzioni.
    Quindi al posto di parlare, comincia ad organizzare un gruppo di colleghi e raggiungici a montecitorio il 1° marzo.
    ciao a Presto
    Rosanna

  4. azzurra Dice:

    mi sono letta tutta la proposta di legge 3116 ma non ho capito una cosa:
    nella parte dedicata all’onocotenico si dice che chi volesse svolgere questa professione deve frequentare un corso regionale di 650 ore per poter essere iscritto all’elenco nazionale degli onicotecnici e che, dopo due anni dall’entrata in vigore di questa legge, chi dimostra di aver lavorato come dipendente presso un’attività in cui svolgeva la mansione di onicotecnica, o che dimostri di avere partita iva inerente alla suddetta attività, può essere iscritto all’elenco nazionale degli onicotecnici in automatico.
    io ho fatto il primo corso di ricostruzione unghie 10 anni fa e da lì ne ho fatti almeno altri 10, alcuni anche all’estero, alcuni carissimi, altri solo cari!
    Ho partita iva aperta nel 2005 come applicazione e decorazione unghie, negozio aperto da tre anni…
    cosa devo fare????
    qualcuno me lo saprebbe dire???
    poniamo il caso passi questa legge: i corsi di 650 ore dove sono?
    per adesso solo nella regione lazio esistono, ma se lo faccio nel lazio, e il negozio è in lombardia non vale più!!!
    le uniche due scuole che fanno questi corsi nel lazio costano tra i 2000 e i 2500 euro!!!!!!
    e poi per essere iscritti nell’elenco onicotecnici tramite la ‘garanzia’ della partita iva, da quanti anni deve essere aperta?

    ringrazio chiunque potesse togliermi questi dubbi o fornirmi fonti attendibili dove cercare risposta

    grazie mille

  5. gabriella Dice:

    se abbiamo dubbi su tutti i possibili tentativi per bloccare l’abusivismo non andremo mai avanti,intanto proviamo e collaboriamo con l’iniziativa e partecipiamo numerosi

  6. amodeo rossella Dice:

    Ciao mi chiamo Rossella la mia città è Catania, dove sono titolare di un centro estetico
    voglio propio partecipare a questa manifestazione ditemi da dove parte il pulman nella mia città?.

  7. Confestetica Dice:

    carissima azzurra,
    Agli onicotecnici che, entro due anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, dimostrino di avere esercitato presso un’impresa di onicotecnico o di estetica professionale in qualità di dipendente o che dimostrino la titolarità di una partita IVA inerente alla suddetta attività, è riconosciuta l’iscrizione diretta all’Elenco nazionale degli onicotecnici previo superamento dell’esame finale teorico-pratico, di cui all’articolo 16, comma 1, lettera b)della 3116.
    Quindi direi che in tutta Italia le persone con i requisiti sopra descritti, dopo un esame teorico-pratico potranno aprire la loro attività di onicotenico, senza dover frequentare il corso. Le scuole saranno accreditate dalle regioni e sicuramente saranno le stesse che oggi formano le estetiste ai sensi della 1/90

  8. Marco Dice:

    Sono in sintonia con questa iniziativa, essendo titolare di un’azienda del settore, mi batto contro le abusive, ma la battaglia è molto dura, in quanto nessuno può andare a casa loro a controllarle,e poi, quanti negozi aperti al pubblico ci sono che vendono a tutti senza sapere se hanno un’attività ufficiale?Pensate che qualche venditore cinico e poco onesto ha venduto anche macchinari a persone abusive.Vogliamo parlare anche del settore unghie??Ormai le estetiste sono stufe di pagare corsi e tasse ed avere la concorrenza delle abusive dopo 3 giorni di corso, e per di più con lo stesso prodotto.Alziamo la voce.Più tutela alle professioniste del settore estetico.

  9. giarratana lucia Dice:

    Apriamo delle scuole de estetiste pubbliche della durata di 5 anni come tutte le altre scuole professionali.

  10. jessica Dice:

    d’accordissimo nella manifestazione, è ora di fare qualcosa di concreto… a vicenza già qualcosa si muove ma più siamo alleati in questa battaglia meglio è!!!
    il nostro lavoro è importante e l’abusivismo lo sminuisce!!!

  11. maria rosa Dice:

    Alla manifestazione di Roma non partecipo, anche perchè ho saputo solo ora 1//marzo ore 15,15,( l’associazione dovrà in futuro fare un grande sforzo per farsi conoscere ) però vorrei dire la mia a proposito degli abusivi e spero che mi verrà risposto in merito. Alla manifestazione chi controllerà che non parteciperanno gli abusivi? O sarà come a Les Nouvelles Estetiques che per non rinunciare anche a quelle quote viene spedito il giornale e fatto fare i corsi di massaggio (Posso testimoniarlo personalmente e in varie occasioni) assieme alle estetiste ufficiali con centro estetico,le quali debbono combattere ogni giorno per soppravvivere e lottare alla cattiva concorrenza dei prezzi e aggiungo io la cattiva qualità che le squalifica tutte perchè agli occhi dell’utenza finale si è tutte uguali? E rispondendo a Salvo voglio dire che Lui ha cominciato da abusivo e non io e molte altre.Le cosiddette onico-tecniche si sono moltiplicate come le cavallette e addirittura nella mia città ( Piacenza) una onico tecnica fa lei stessa formazione ad altre ragazze pubblicizzandola sulla stampa locale.E’ legale? MA!MariaRosa

  12. Antonella Dice:

    Ma scusate, oltre le estetiste in nero a cui la manifestazione si rivolge, nessuno si ricorda che oltre riformare il settore bisogna bloccare il potere delle scuole di estetica, che sono oggi al 99% le sole che fanno i corsi!!!Diventare una professionista estetista deve essere normale come iscriversi a una università!!Un albo serio si istituisce quando chiunque sia messo in condizioni di studiareee senza pagare 350 eurazzi al mese da dare ai sigrori delle scuole private!!LO VOLETE CAPIRE?????MI SA CHE FATE FINTA DI NON CAPIRE!!!Voi di Confestetica farete il miracolo???maaa…..ve lo auguro…buon lavoro per tutto!!!e vogliamo parlare delle aziende cosmetiche che vendono anche agli abusivi??Si salvi chi puoooooo!!

  13. maria tinelli Dice:

    si antonella ai proprio raggione. qui nel lazio.. le scuole de estetista primo non ensegna niente, poi vende il terso anno a persone che vogliono aprire un centro estetico vende a italiani e anche per i cinese.ma loro non frequenta nessun giorno di scuola.ma na fine sono diventati estetisti.aprono centri estetici e sfruta le regazze fino al 28 anni di etta..e adesso questa legge che andra cancelare il titolo di studio di chi è veramente studiato..e lavorato seriamente..siamo abussiva.quanto i machinari. vendono questi machinari a tutti.principalmente se non sei estetista…gli ensegnano ad usare per pur che ti compre e cosi combina guai e la colpa è tutto della estetista.. ma nessuno controla i centri estetici e chi è il proprietario chi sono chi non sono…è tutto un macelaio e adesso apagare sono le serie.e valide…dove sono i controli chi gli conosce..chi ha visto….

Scrivi un commento